Area Biodiversità e Tipicità – Vinitaly 2022 – Padiglione Sol&Agrifood

Home » Eventi A5T » Area Biodiversità e Tipicità – Vinitaly 2022 – Padiglione Sol&Agrifood

Anche quest’anno la nostra presenza a Vinitaly è caratterizzante. Nel padiglione Sol&Agrifood, sulla scia di un’impronta della difesa della naturalità, sostenibilità e cultura territoriale dei prodotti, nella loro produzione e/o trasformazione, abbiamo in programma un nutrito carnet di incontri e degustazioni. La forte determinazione con cui l’Accademia delle 5T ha da sempre sostenuto l’etica nell’economia della filiera agroalimentare e gastronomica, è diventata oggi uno degli argomenti più attuali. Non solo gusto, non solo piacere, ma anche crescita culturale e riferimenti a ciò che la tradizione ha da sempre insegnato per raggiungere un’alimentazione equilibrata e quindi salutare. Di seguito il programma completo delle 4 giornate di manifestazione, in cui si sposano prodotti di territori diversi e si abbinano gusti e sapori alla ricerca di nuove e gradevoli esperienze enogastronomiche.

 

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI CON DEGUSTAZIONE NELL’AREA “BIODIVERSITÀ E TIPICITÀ”

Domenica 10 aprile

Ore 10,00

Tre prosciutti, tre sapori, tre razze, due territori: la biodiversità e le diversità culturali. Degustazione di prosciutti Nero antico e Bianco Antico 30 mesi di Giancarlo Tanara e di prosciutto crudo di maiale selezione Re Norcino 30 mesi, saluto finale con Amaronna al carciofo di Niscemi.

Ore 12,00

Timilia, un grano duro antico siciliano sostenibile e che piaceva a Goethe. Degustazione di Penne di Timilia bio Rustichella d’Abruzzo con Passata di pomodoro ciliegino bio Alicos e olio extra vergine d’oliva abruzzese del frantoiano artigiano Matteo Andreassi.

Ore 13,30

I regali dei vulcani: il terreno vulcanico per la biodiversità. Degustazione di cannolicchi siciliani Rustichella d’Abruzzo con pesto di pistacchio Alicos e Monte Veronese stravecchio con olio extra vergine d’oliva biologico della Tuscia Viterbese del frantoiano artigiano Giampaolo Sodano. Saluto con Moscato di Pantelleria di Kazzen.

Ore 15,00

olio extra vergine d’oliva pugliese di Coratina del frantoiano artigiano Stefano Caroli – Valentini – D’Erchie

Ore 16,30

Vuoi conoscere il sapore vero della carne? Non scegliere sempre la solita fettina magra magra e rifiuta carni di allevamenti intensivi! Degustazione di Brisaola di Codone di Ma! Officina della brisaola con Aceto balsamico di Modena Igp 15 anni Leonardi e olio extra vergine d’oliva Trisole varietà Pechioline della Valle d’Itria del frantoiano artigiano Pietro D’Amico.

 

Lunedì 11 aprile

Ore 10,00

La peste suina, il nuovo dramma degli allevamenti bradi: come difendersi. Degustazione di prosciutto crudo Antico nero di Giancarlo Tanara. Saluto con Gin Caleri del Delta del Po.

Ore 12,00

La storia del ciavusculum, il “piccolo cibo” che si spalma sul pane fin dal Medioevo. Degustazione di Il Campagnolo Re Norcino scaldato sulla piastra con uno spruzzo di Cerasus sanguine, spalmato sul pane e in un risotto di Carnaroli del Delta con Monte Veronese latte intero mantecato con olio extra vergine d’oliva marchigiano del frantoiano artigiano Gaetano Ugo Agostini.

Ore 13,30

Un po’ di antica Roma con il miele di Barena, incontro tra la dolcezza di terra e il salato di mare; show cooking di Brasato di manzo al mulsum con miele del Delta su polentina di riso. Saluto finale con Passito di Pantelleria di Kazzen.

Ore 15,00

La biodiversità bovina ha origini antichissime; le curiose storie della Fassona piemontese e dell’Angus. Degustazione di Bresaola di Fassona Brisval con olio extra vergine d’oliva di Taggiasca della Liguria di Ponente del frantoiano artigiano Antonio Mela e di Bresaola di Angus Brisval con olio extra vergine d’oliva abruzzese di Dritta Antico Casale.

Ore 16,30

Premiazione del “Ristorante con il Cestello al braccio”, ovvero che valorizza la tradizione locale della raccolta e cucina di prodotti spontanei della natura. Degustazione di Paccherini ai frutti di bosco Rustichella d’Abruzzo con Pesto al finocchietto selvatico di Alicos olio extra vergine d’oliva toscano del frantoiano artigiano Piero Gonnelli. Brindisi con Amaro di Gelso nero Amaronna.

 

Martedì 12 aprile

Ore 10,00

L’Emilia golosa famosa nel mondo ha un grande chef: il tempo. Degustazione di Prosciutto crudo Bianco antico di Giancarlo Tanara 30 mesi e di Parmigiano Reggiano con aceto balsamico tradizionale di Modena Dop 30 anni.

Ore 12,00

Con i grandi del Rinascimento iniziò la storia del risotto. Degustazione di risotto con Carnaroli del Delta del Po con Caciotta di capra Laudato sì del Delta e Aceto di ciliegie Cerasus Sanguine mantecato con olio extra vergine d’oliva biologico pugliese del frantoiano artigiano Ciro D’Erchie.

Ore 13,30

Il cappero un afrodisiaco biblico? Una delizia per il palato, una risorsa delle nostre isole, ma pure un problema da affrontare. Degustazione di Busiate alla polvere di capperi con olio extra vergine d’oliva siciliano dei Monti Iblei del frantoiano artigiano Raffaele Sallemi.

Ore 15,00

Gli oli extra vergini d’oliva aromatizzati: con una tecnologia antichissima la vera eccellenza. Degustazione di Brisaola di sottofesa di Ma! Officina della brisaola con olio all’arancia di Ambrogio Valentini e Formaggio fresco di capra tipo feta bio di Laudato sì con olio PepeLim di Ambrogio Valentini

Ore 16,30

Un’idea per celiaci e diabetici, la pasta di legumi. Degustazione di Insalata fredda di Pasta di lenticchie rosse con olio extra vergine d’oliva abruzzese di Dritta Antico Casale. Ciliegini semisecchi sott’olio Alicos e polvere di capperi Kazzen.

 

Mercoledì 13 aprile

Ore 10,00

La comunicazione e il racconto per aiutare il consumatore a evitare la chimica e a scegliere senza farsi confondere dalle apparenze. Degustazione di Bresaola di Wagyu Brisval con olio extra vergine d’oliva pugliese di Peranzana del frantoiano artigiano Sabino Angeloro.

Ore 12,00

Il profumo del mar Mediterraneo, l’origano. Degustazione di Cencioni Rustichella d’Abruzzo con salsa pronta di ciliegino e datterino Alicos, capperi e origano di Kazzen e olio extra vergine d’oliva dell’Aspromonte del frantoiano artigiano Domenico Fazari.

Ore 13,30

Il racconto di un piatto che fa discutere, l’Amatriciana. Degustazione di Spaghetti di grano antico Saragolla bio Rustichella d’Abruzzo con Guanciale tradizionale con maiali della selezione Re Norcino e olio extra vergine d’oliva abruzzese del frantoiano artigiano Antonio Nicola Pomponio.

Ore 15,00

L’aceto balsamico: cos’è nella cultura modenese, cos’è per la legge, cosa dovrebbe essere…Degustazione di Aceto balsamico tradizionale Dop 30 anni e Aceto balsamico di Modena Igp 15 anni Leonardi. Brindisi finale con TNT gin di Amaronna.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *