Corso base sui prodotti tipici

Il concetto di prodotto tipico non è ancora ben chiaro. Lo travisa persino il Ministero dell’Agricoltura quando ha scelto, per il monitoraggio dei prodotti tipici, il nome “Prodotti Agroalimentari Tradizionali”. In realtà tutti (o quasi) sono certamente tipici, per esempio perché il territorio dove crescono presenta caratteristiche pedoclimatiche che lo rendono vocato a quel prodotto, ma diversi non hanno nulla di tradizionale. Ne è un esempio il kiwi in alcune zone italiane dove cresce più buono e diverso rispetto al prodotto della sua zona d’origine, la Cina, e di quella di radicata coltura, la Nuova Zelanda. La Tradizione è un concetto dinamico, per cui prima o poi il kiwi, in queste zone, sarà anche tradizionale: avverrà quando nasceranno ricette tipiche con il kIwi, sagre del kiwi, conserve di kiwi fatte nelle famiglie (non solo nelle aziende agricole) e via dicendo. Ma, per ora è un prodotto tipico e basta.

Sembrano questioni di lana caprina, ma non è così. Troppo spesso si parla a vanvera, abusando anche di termini come “naturale”, banalizzando e mercificando in modo truffaldino il concetto di made in Italy, travisando persino il significato di “biodiversità”.

Ebbene, noi offriamo al mondo non solo ciò che è più buono o più bello, e persino ciò che è più sano, ma anche il fascino che ci sta dietro, il fascino della storia, dell’arte, del mito, la nostra cultura in definitiva.

Solo comprendendo il valore del cibo come componente essenziale della nostra leadership culturale possiamo davvero sfruttare questo nostro petrolio che, al contrario di quello vero, non è soggetto a esaurimento ma, al contrario, si alimenta nel tempo.

Il nostro corso può essere modulato su misura in collaborazione con l’ente, l’istituzione o l’azienda che ci incarica di realizzarlo sia per quanto riguarda la scelta dei docenti sia per il livello più o meno divulgativo e/o tecnico-scientifico. Ciò dipende da:

– numero di ore disponibili per le lezioni, le degustazioni e le visite aziendali
– target degli allievi (consumatori, addetti ai lavori, studenti…)
– disponibilità di laboratori
– se in presenza o on line

Il nostro corso prevede un compenso oltre al rimborso delle spese; in alcuni casi potremmo limitarci a richiedere il rimborso spese se chi ce lo richiede non ha le risorse ma riteniamo particolarmente importante portare la nostra voce ai partecipanti previsti.

Chi è interessato a questo nostro corso sui prodotti tipici può contattare Guido Stecchi tramite la nostra segreteria (info@accademia5t.it) per concordare le modalità e per un eventuale preventivo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *