Campionato Italiano del Salame 2016: vincitori e finalisti

Home » Eventi A5T » Campionato Italiano del Salame 2016: vincitori e finalisti

VINCITORI DEL CAMPIONATO ITALIANO DEL SALAME 2016

FINALE DEL NORD – PADOVA

CONFERMA DI EUGENIO CAPRINI

 

Un’eccellenza media che nessuno si sarebbe aspettato dopo semifinali deludenti: ecco la piacevole sorpresa della finale del Campionato Italiano del Salame che si è svolta in chiusura del Tecno&Food 2016 nella fiera di Padova. L’evento dell’Accademia delle 5T (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità), patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e da diversi enti pubblici e del mondo scolastico e universitario, ha raccolto 24 aziende finaliste per la prima parte dei premi in palio nello spazio della rivista Zafferano, dove una giuria ufficiale e una consultiva hanno votato i salami in gara dopo averne ascoltato sia le caratteristiche del prodotto sia la cultura da cui nasce sia la storia della famiglia o azienda produttrice. La giuria consultiva, a conferma dello scopo formativo del concorso, era composta da una quarantina di studenti del secondo anno del corso di laurea in Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione dell’Università di Padova accompagnati dal presidente del corso Franco Tagliapietra e dal prof. Luigi Gallo. Il podio del Salame propriamente detto ha visto al primo posto, come nel 2015, la macelleria Caprini di Negrar (VR) con la Sopressa all’Amarone. Il premio per il primo Salame affumicato è andato alla Mortandela della Val di Non del Massimo Goloso di Coredo (TN) che era però fuori gara per il podio in quanto in gara per l’altro podio (Salami speciali territoriali) assegnato nella seconda finale a Minori (SA).

Una lieta sorpresa per Eugenio Caprini e tutti i presenti è stato l’annuncio di Nereo Marzaro, patron della Sirman (sponsor del Campionato), dell’assegnazione di una preziosa affettatrice al vincitore.

Hanno partecipato all’evento offrendo i loro prodotti:

Panificio Da Re (sponsor del Campionato) di Bibano di Godega S.Urbano (TV) con i Bibanesi

Cantine Fongaro di Roncà (VR) con il loro Durello Spumante Metodo Classico (la rivisitazione del vino che veniva caricato sulle navi della Serenissima)

Sapori di Valeggio di Valeggio sul Mincio (VR) con il Risellino®, tortellino con farina di riso e ripieno di tastasal (pasta di salame)

La Ca’ dal Lauv di Pigneto di Prignano (MO) con l’Aceto balsamico di ciliegie di Vignola

Panificio Vidorin di Trevignano (TV) con pane di grani antichi a lievitazione naturale

Redoro Frantoi veneti con l’olio extra vergine Veneto Dop della Valpolicella

La Coldiretti veneta con il Radicchio rosso tardivo di Treviso

 

FINALE DEL SUD – MINORI (SA)

CENTRO, NORD E SUD NEL PODIO DEL CAMPIONATO DEL SALAME

 

A Minori “Città del Gusto” (SA), in uno dei templi più golosi d’Italia, il bistrot di Salvatore De Riso, c’è stato l’ultimo atto della lunga bagarre (le giurie sono iniziate nel febbraio scorso) dell’undicesima edizione del Campionato Italiano del Salame organizzato dall’Accademia delle 5T (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità) con il patrocinio del MIPAAF, di diverse Università e dell’AEHT (L’Associazione europea delle scuole alberghiere e di turismo). Il livello qualitativo dei prodotti candidati è stato molto elevato: eccellenze assolute con scarti di voti davvero minimi tra i vincitori e gli altri candidati. Il podio di questa seconda finale riguarda i salami speciali territoriali e ha visto al primo posto le Fattorie del Tratturo di Luigi Di Lello di Scerni (CH) con la Ventricina del Vastese, vincitrice anche del premio Accademia del Peperoncino al primo salame piccante. Secondo posto alla Mortandela della Val di Non di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN), terzo alla Salsiccia semipiccante del Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR), che ha anche ricevuto il premio del Salame che piace alla gente assegnato dagli studenti dell’Istituto alberghiero di Maiori (SA). Il premio riservato alla migliore Soppressata del Sud è stato assegnato al Salsicciotto de Le Tre Casette di Gessopalena (CH). Il miglior Ciauscolo marchigiano è Il Campagnolo di Re Norcino di S.Genesio (MC).

La migliore ‘Nduja è quella dell’Artigiano della ‘nduja di Spilinga (VB). Il miglior salame di quinto quarto è il Salsicciotto al Vin cotto ancora delle Fattorie del Tratturo. Il miglior Salame Bio del Sud è la Soppressata bianca di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS), mentre il miglior Bio del Nord, assegnato nell’altra finale a Padova, è la Sopressa Padovana de La Buona Terra di Cervarese Santa Croce (PD).

PODIO SALAME PROPRIAMENTE DETTO

– 1° Sopressa veronese all’Amarone della Macelleria Tommaso Caprini di Negrar (VR)

– 2° Salame affumicato della Macelleria Molinari Roberta di Zuglio (UD)

– 3° Salame delle Grigne affinato nel fieno del salumificio Ivano Pigazzi di Pasturo (LC)

PODIO SALAMI SPECIALI TERRITORIALI

– 1° Ventricina del Vastese delle Fattorie del Tratturo di Scerni (CH)

– 2° Mortandela della Val di Non di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN)

– 3° Salsiccia semipiccante del Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR)

Premio SPECIALE “Bibanesi” MIGLIOR Sopressa veneta

– Sopressa veronese all’Amarone della Macelleria Tommaso Caprini di Negrar (VR)

Salame dolce e magro del Nord

– Salame di Mora romagnola della Macelleria Zivieri di Monzuno (BO)

Salame affumicato

– Mortandela della Val di Non di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN)

Salame non di puro suino

– Salame di pecora della Macelleria Orsi di Parma

Soppressata del Sud

– Salsicciotto de Le Tre Casette di Gessopalena (CH)

Ciauscolo marchigiano

– Il Campagnolo di Re Norcino di S.Genesio (MC)

‘Nduja

– ‘Nduja dell’Artigiano della ‘nduja di Spilinga (VB)

Salame di quinto quarto

– Salsicciotto al Vin cotto delle Fattorie del Tratturo

Premio Accademia del peperoncino primo salame piccante

– Ventricina del Vastese delle Fattorie del Tratturo di Scerni (CH)

Premio Spiga d’Oro al primo salame di azienda biologica del nord

– Sopressa padovana della fattoria didattica La Buona Terra di Cervarese Santa Croce (PD)

Premio Spiga d’Oro al primo salame di azienda biologica del sud

– Soppressata bianca di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS)

Premio Salame che piace alla gente assegnato dagli studenti di Padova

– Salame sotto vinacce dell’Agrisalumeria Luiset di Ferrere (AT)

Premio Salame che piace alla gente assegnato dagli studenti di Maiori

– Salsiccia semipiccante del Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR)

 

OSCAR ALLA CARRIERA

– Passamonti Clotilde di Monte Vidon Combatti (FM)

 

GLI ALTRI FINALISTI

 

Ciauscolo – Macelleria Sandroni Gianni di Cingoli (MC)
Salcizzone – Rinascimento a tavola di Urbino (PU)
Salsiccia dolce – ASID di Castelluccio Inferiore (PZ)
Salsiccia piccante – Parco delle bontà di Forenza (PZ)
Salsiccia piccantina – Salumificio Giannelli di Troia (FG)
Sprusciat – Az. Agrit. Aia Verde di Pizzoferrato (CH)
Ventricina – Macelleria Berchicci di San Giacomo degli Schiavoni (CB)
Ventricina piccante – Salumificio Racciatti di Furci (CH)
‘Nduja – Az. Agr. Romano di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS)
‘Nduja – Salumificio Enzo Ioppolo di S.Giorgio Morgeto (RC)
‘Nduja – Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR)
Ciauscolo di fegato – Macelleria Sandroni Gianni di Cingoli (MC)
Mortadella di fegato – Macelleria Ostinelli di Alzate Brianza (CO)
Salame di fegato – Passamonti Clotilde di Monte Vidon Combatte (FM)
Salsiccia di fegato – Az. Agrit. Aia Verde di Pizzoferrato (CH)
El Strigheto (salame di agnello) – Dimensione carne di Piove di Sacco (PD)
Salame Nobile del Giarolo cucito – Ennio Mutti di Sarezzano (AL)
Salame dei Colli Tortonesi – Cascina Capanna di Montegioco (AL)
Salame  az. agr. Stefano Puppo di Bosnasco (PV),
Salame cremonese all’aglio – Macelleria Galmozzi di Ripalta nuova (CR)
Mortadella di Montignoso al lardo – Macelleria Massimo Bacci di Montignoso (MS)
Salame lardellato – Clotilde Passamonti di Monte Vidon Combatte (FM)
Salame lardellato – Gianni Sandroni di Cingoli (MC)
Salame affumicato – Macelleria Molinari Roberta di Zuglio (UD)
Salame da taglio – Franco Enzo Giovanni di Trecenta (RO)
Salame – az. agr. Bisiola di Ceneselli (RO)
Salame del mastro – Delizierie Mastro Mezzadri di Polesine Parmense (PR)
Salame di Nero di Parma – San Paolo Società agricola di Medesano (PR)
Padus salame di maiale nero – Salumificio Pedrazzoli di San Giovanni del Dosso (MN)
Salame di maiale nero – La Mascionara di Mascioni (AQ)
Salame di maiale nero dei Nebrodi – Fattoria San Pio – Salumi e Biodiversità di Brolo (ME)
Salame di maiale nero dei Nebrodi – Salumeria F.lli Borrello di Sinagra (ME)

 

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *