Se volete aiutare l’Abruzzo venite a visitarlo… di Antonio Di Caro

Home » Scoprire, conoscere, gustare » Se volete aiutare l’Abruzzo venite a visitarlo… di Antonio Di Caro

di Antonio Di Caro

Come condivisione a un articolo molto bello sulla Transiberiana d’Italia (http://www.internazionale.it/reportage/valentina-pigmei/2017/01/28/abruzzo-ferrovia-piu-bella-italia), ovvero la ferrovia turistica d’entroterra, Antonio Di Caro, nostro competente collaboratore nel Campionato Italiano del Salame, ha pubblicato su facebook queste righe che vogliamo conservare in questo sito, orgogliosi di tutti i nostri soci abruzzesi.
“Se volete aiutare l’Abruzzo venite a visitarlo, troverete località splendide ed incontaminate dai trabocchi lungo la costa adriatica agli stazzi di montagna sul versante della Majella e del Gran Sasso con la più vasta biodiversità presente in Italia dal Parco della Majella, al Parco Nazionale d’Abruzzo e dei Monti della Laga e il Parco Sirente Velino.
Inoltre avrete modo di degustare sia il pesce del nostro mare che le carni bovine, ovine e suine sia dei nostri allevamenti rurali e dei pascoli collinari e montani, sapientemente cucinate dai nostri ristoratori.
Con le carni dei maiali di razza nero abruzzese ed altre, allevati come una volta, i nostri produttori fanno coppe di testa, guanciali, lonze, pancette, prosciutti, salsicciotti, salsicce di carne e di fegato, ventricine del vastese e teramane, il tutto aromatizzato con le erbe delle nostre montagne e col Peperone dolce di Altino.
Con il latte trasformato delle mucche e delle capre e pecore al pascolo vengono prodotti formaggi quali giuncate, caciotte, caciocavalli, canestrato di Castel del Monte, pecorini (di Atri, Amatrice e Farindola), mozzarelle, scamorze e dal siero ricotte fresche o stagionate affumicate e speziate con le erbe delle nostre montagne.
Olio Extra vergine d’oliva dalle svariate cultivar presenti in tutte le province abruzzesi quali: Crognalegna, Cucco, Dritta, Gentile, Intosso, Olivastro, Rustica, Toccolana, Tortiglione ed altre adatte per tutte le preparazioni e condimenti.
I nasi e palati esperti possono sentire tutti gli attributi positivi che vanno dal dolce all’amaro, al fruttato e al piccante, oli di grande qualità che è possibile acquistare a prezzi onesti.
Vini quali il famoso Montepulciano d’Abruzzo, Cerasuolo, Chardonnay, Trebbiano, Pecorino che tengono testa per qualità e prezzo ai più blasonati vini italiani, sono presenti in tutto il territorio.
Liquori della nonna come Aurum, Amari, Centerba, Genziana, Ratafia prodotti che utilizzano le erbe e i frutti del nostro territorio.
Dolci dalle forme e dai sapori particolari: Bocconotti, Cellipieni, Cicerchiate, Fiadoni di formaggio, Parrozzi, Sise di Monache, Pizzelle, Tarallucci, Totare, Torroni dell’Aquila.
Da non dimenticare l’Oro rosso d’Abruzzo il nostro Zafferano dell’Aquila uno dei più pregiati prodotti in Italia.
In Abruzzo abbiamo una tradizione centenaria di Scuole Alberghiere: da Villa Santa Maria, Roccaraso, Francavilla a Mare, Pescara,Teramo e l’Aquila dove sono usciti ed escono cuochi diventati chef famosi che lavorano nei più prestigiosi Hotel e ristoranti Italiani e stranieri.
Un ricordo particolare allo chef Antonio Stanziani di Villa S. Maria, patria di San Francesco Caracciolo patrono dei cuochi, prematuramente scomparso, l’ideatore della Panarda, autore di libri sulla cucina abruzzese che ha portato la nostra cucina in tutto il mondo.
Loro sono i nostri ambasciatori del gusto che fanno conoscere la cultura enogastronomica Abruzzese “forte e gentile” in tutto il mondo.
Vi aspettiamo non vi deluderemo.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *