Gli artigiani dell’olio

Home » Parliamone » Gli artigiani dell’olio

Paradossalmente per decenni gli interlocutori della UE per le normative sull’olio extravergine d’oliva sono state le associazione defli ulivicoltori e, soprattutto, degli industriali del settore, che industriali non sono ma sono soprattutto imbottigliatori e in gran parte di proprietà di multinazionali. Chi sul serio fa l’olio, quello vero, ovvero i frantoiani, è stato a lungo ignorato. Nel 1996, su spinta di Piero Gonnelli, titolare del più antico e nel contempo più innovativo frantoio del mondo (Frantoio di Santa Tea a Reggello in Toscana), nasce l’AIFO (Associazione Italiana Frantoiani Oleari) per rappresentare coloro che fin dal Medioevo erano riconosciuti i veri autori dell’olio, raccolti nell’antica corporazione degli Oliandoli. Oggi i Frantoiani. E’ stato faticoso superare i mille ostacoli frapposti dai poteri forti rappresentati dalle multinazionali e non solo, ma il Decreto di Riconoscimento del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali è stato ottenuto, così nel terzo millennio i Frantoiani sono diventati parte in causa ascoltata, nell’interesse loro ma soprattutto dei consumatori. Ora Piero Gonnelli ci racconta la loro più importante battaglia, la possibilità di scrivere in etichetta che il loro, e solo il loro, è olio extravergine d’oliva artigianale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *