Chi è Eugenio Caprini, il campione italiano del salame (da maiale rosa) 2019?

Home » Noi e gli amici » Chi è Eugenio Caprini, il campione italiano del salame (da maiale rosa) 2019?

Chi è il vincitore del Campionato Italiano del Salame 2019? Eugenio Caprini non è certo un novellino del nostro concorso: è la seconda volta che sale sul primo gradino del podio dedicato ai salami da maiale rosa e ha vinto per 9 volte il premio speciale dedicato alla Sopressa. La Macelleria porta il nome del padre di Eugenio, Tommaso Caprini, un capofamiglia che è mancato da pochi anni, un papà amatissimo che ha saputo, cosa rara, tenere insieme i figli in un’impresa che è un’istituzione a Negrar sia per la qualità dei salumi sia per quella delle carni fresche.

Eugenio, l’attuale patron insieme al fratello Luciano e alla sorella Giuliana, pur se laureato all’ISEF e, forse, atleta mancato, è un artigiano vero ma anche un contadino che coltiva la vigna e l’uliveto. Poi, evidentemente, un bottegaio. Tre ruoli insieme – tutti e tre esercitati bene – e tre ruoli non da poco, quelli che hanno fatto grande l’agroalimentare italiano, famoso nel mondo grazie a contadini, artigiani e bottegai, non a grandi marche che non fanno cose buone ma tanti quattrini grazie proprio a questo zoccolo duro di lavoratori che hanno difeso il territorio, tenuto in vita abilità ataviche e tenuto insieme le piccole comunità con la loro carica umana.

La famiglia Caprini è gente così, e ne è la prova la popolarità nel loro territorio: “nemo profeta in patria”, si sente spesso dire a proposito di gente di successo che non è apprezzata in casa propria, invece a Negrar il negozio di Eugenio e famiglia è un punto di riferimento, ce ne siamo già resi conto la prima volta che l’abbiamo cercato e abbiamo chiesto informazioni in paese: erano in tanti che volevano accompagnarci con entusiasmo, diremmo addirittura orgoglio, orgoglio paesano…

Poi Eugenio ormai è diventato un “personaggio”, pluripremiato e spesso protagonista di eventi nazionali. La sua Sopressa vince perché è più buona delle concorrenti, tuttavia anche la capacità di presentarla di Eugenio ha il suo valore: non emoziona, come alcuni altri candidati anziani che evocano tempi andati o altri ancora che divertono per una vis polemica vivace, ma interessa perché spiega con chiarezza dicendo pane al pane.

Eugenio fa pure, come già accennato, il contadino: le uve in parte le conferisce alla cantina sociale in parte le utilizza per fare i tipici vini del territorio – Amarone, Recioto e Valpolicella Ripasso compresi – ma solo per gli amici e per conciare i suoi salumi, che contengono, quindi, Amarone sul serio, non solo di nome.

Il negozio è inconfondibile, vivacissimo di gente e con una accattivante esposizione di sopresse. Ha un proprio macello di carni bovine, solo locali, suine, locali o di Mantova, ovine e caprine, di allevamento proprio. In vendita anche carni equine, oltre ai salumi tipici e a carni fresche già condite e pronte per la cottura. Ora toccherà alla nuova generazione: Giulia, la figlia di Eugenio, laureata a pieni voti, si sta facendo le ossa fuori casa per portare in azienda importanti esperienze manageriali, Federico e Francesco, i nipoti, già cominciano ad avere le mani in pasta… di salame.

  • Macelleria Caprini
  • Via Mazzini, 41 – 37024 Negrar (VR)
  • tel. 045 7500073
  • www.macelleriacaprini.it
  • caprini@macelleriacaprini.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *