Campionato italiano del Salame 2018: vincitori e finalisti

Home » Eventi A5T » Campionato italiano del Salame 2018: vincitori e finalisti

In occasione del SIMPOSIO TRIONFO DEL GUSTO a Roma si sono svolte le finali del Campionato Italiano del Salame 2018 organizzato dall’Accademia delle 5T con il patrocinio del MIPAAFT.

Il livello d’eccellenza dei salami candidati è stato davvero notevole, tanto che i vincitori hanno prevalso per centesimi. Sono ben 10 le regioni premiate con l’inedito della Lombardia per il podio dei salami ottenuti da carni di maiale rosa. Come nelle precedenti edizioni i risultati migliori sono stati ottenuti dall’Abruzzo e dalla Calabria.

PODIO PER I SALAMI DI MAIALE ROSA

  1. Az. Agr. Ivano Pigazzi di Pasturo (LC) con il Salame delle Grigne affinato nel fieno
  2. Ventricine Racciatti di Furci (CH) con la Ventricina
  3. Az. Agr. Aia Verde di Pizzoferrato (CH) con lo Sprusciat

PODIO PER I SALAMI DI MAIALE NERO

  1. Az. Agr. Romano di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS) con la Soppressata bianca
  2. Dal Massimo Goloso di Coredo (TN) con il Salame di Suino Nero
  3. Le Tre Casette di Gessopalena (CH) con il Salsicciotto alle Erbe della Majella

PREMI SPECIALI E DI CATEGORIA

Premio “Coltellerie Valgobbia” Salame dolce e magro del Nord

Macelleria Zivieri di Monzuno (BO) con il Salame gentile di Mora romagnola

Premio Speciale “Bibanesi” Sopressa del Triveneto

Macelleria Caprini di Negrar (VR) con la Sopressa all’Amarone

Premio salame affumicato

Dal Massimo Goloso di Coredo (TN) con la Mortandela della Val di Non

Premio Ciauscolo

Re Norcino di S.Genesio (MC) con Il Campagnolo

Premio Spiga d’Oro Salame di maiale rosa o misto di azienda Bio

Terre di Sarizzola di Sarizzola (AL) con il Salame nobile del Giarolo

Premio “Rustichella d’Abruzzo” Soppressata del Sud (ex aequo)

Parco delle bontà di Forenza (PZ) con la Soppressata

Sapori Platacesi di Plataci (CS) con la Soppressata

Premio Speciale “Suriano”: Salame piccante con peperoncino italiano indicato in etichetta

Fattorie del Tratturo di Scerni (CH) con la Ventricina del Vastese

Premio miglior salame non solo di maiale

Rinascimento a tavola di Urbino con il Salcizzone

Premio miglior salame di quinto quarto

Salumificio Enzo Ioppolo di San Giorgio Morgeto (RC) con il Salame sangiorgese

Premio Speciale “Accademia del peperoncino”

Prima ‘nduja con peperoncino italiano indicato in etichetta

Az. Agr. Romano di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS) con la ‘nduja

Premio Spiga d’Oro Salame di maiale nero di azienda Bio

Ca’ Mezzadri di Corniglio (PR) con il Salame gentile di Nero di Parma

Premio Salame di maiale rosa che piace alla gente assegnato dalla giuria popolare

Macelleria Molinari Roberta di Zuglio (UD) con il Salame affumicato

Premio Salame di maiale nero che piace alla gente assegnato dalla giuria popolare

MA! Officina gastronomica di Madesimo (SO) con il Salame della Val Chiavenna

Premio SIRMAN Oscar alla carriera

all’azienda che ha dimostrato una particolare costanza di qualità in tutta la produzione aziendale

F.lli Spigaroli di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR)

Tutti i finalisti, anche quelli che per pochissimi punti non hanno vinto alcun premio, si sono rivelati d’altissima qualità. 

GLI ALTRI FINALISTI

– Il Campagnolo di Re Norcino di San Ginesio (MC)

– Mortadella di Montignoso al lardo di Macelleria Massimo Bacci di Montignoso (MS)

– Salame di az. agr. Bisiola di Ceneselli (RO)

– Salame Antico Spigaroli di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR)

– Salame biologico di Terre del bio di Alfonsine (RA)

– Salame dei Colli Euganei di Villa Alessi di Cinto Euganeo (PD)

– Salame dei Colli Tortonesi di Cascina Capanna di Montegioco (AL)

– Salame nobile del Giarolo di Cooperativa Valli Unite di Costa Vescovato (AL)

– Salame nobile del Giarolo di Ennio Mutti di Sarezzano (AL)

– Salame nobile del Giarolo di Foresteria La Merlina di Dernice (AL)

– Salame tipo Varzi della Cooperativa Canedo di Varzi (PV)

– Salsiccia al finocchietto di Sapori di Castelluccio / Asid di Castelluccio Inferiore (PZ)

– Salsiccia semipiccante di Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR)

– Sopressa con Filetto della Macelleria Ragazzo di Mogliano Veneto (TV)

– Sopressa padovana di La Buona Terra di Cervarese Santa Croce (PD

– Soppressata di Masserie Masella di Cerreto Sannita (BN)  

– Ventricina di Macelleria Berchicci di San Giacomo degli Schiavoni (CB)

– Ventricina di Salumi Di Fiore di Fresa Grandinaria (CH)

– Ventricina di Verdebios di Vasto (CH)

– Salame della Val Chiavenna di Officina gastronomica Valtellina di Madesimo (SO)

– Salame di suino nero di Calabria di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN)

– Salame verdiano di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR)

– Salsiccia piccante di Sapori di Castelluccio / Asid di Castelluccio Inferiore (PZ)

– Ventricina di Nero Peligno di Vittorito (AQ)

– Mortadella di fegato della Macelleria Ostinelli di Alzate Brianza (CO)

– Mortadella di fegato affumicata di Ivano Pigazzi di Pasturo (LC)

– Pezzente di Masseria dei Trianelli di Ruviano (CE)

– Salame di fegato di Racciatti di Furci (CH)

– Salamella di fegato al Vino cotto delle Fattorie del Tratturo di Scerni (CH)

– Salsiccia de Pu di Masserie Masella di Cerreto Sannita (BN)

– Salsiccia di fegato di Sapori di Castelluccio / Asid di Castelluccio Inferiore (PZ)

– Cinghialotto delle Fattorie del Tratturo di Scerni (CH)

– Salame di cervo di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN)

– Salame di cinghiale della Macelleria Zivieri di Monzuno (BO)

– Salame di pecora della Macelleria Orsi di Lagrimone (PR)

– ‘Nduja di Az. Agr. Romano di Ferruccio e Nicola Romano di Acri (CS)

– ‘Nduja di L’Artigiano della ’nduja di Spilinga (VV)

– ‘Nduja di Sapori Platacesi di Plataci (CS)

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *