A Venezia Arte e Peperoncino

Home » Noi e gli amici » A Venezia Arte e Peperoncino

Il “popolo piccante” come lo chiama Gianni Pellegrino, l’attore che da una vita interpreta il personaggio di Re Peperoncino, si domanda se anche in questo disgraziato 2020 ci si potrà incontrare a Diamante (CS) per l’annuale Festival del Peperoncino, evento che unisce gastronomia, cultura, attualità e spettacolo e che è stato classificato uno dei 36 più bei festival del mondo da un’autorevole agenzia specializzata canadese. Riconoscimento meritatissimo per questa kermesse di festa, allegria, musica, accesi dibattiti, edonismo, golosità e un tantino di malizia che occupa 5 serate e 5 notti sul luminoso e spettacolare lungomare sulla costa tirrenica calabrese: il suo solo difetto è il suo successo, ovvero “troppo” pubblico.

Ebbene, potete star tranquille genti del “popolo piccante”, la ventisettesima edizione del Festival si farà dal 9 al 13 settembre e con tutti gli accorgimenti necessari per mettere d’accordo questo “troppo” pubblico e le più o meno giustificate esigenze dell’emergenza sanitaria.

Lo presenterà a Venezia l’8 agosto il presidente dell’Accademia delle 5T Guido Stecchi: l’Accademia del Peperoncino, ideatrice e protagonista del Festival di Diamante, è infatti socia fondatrice dell’Accademia delle 5T.

La cornice e l’occasione della presentazione del Festival sono quantomai prestigiose, ovvero la Galleria d’Arte “Venice Art Gallery” dove, in concomitanza con l’inaugurazione della mostra “L’Arte a Venezia in agosto”. lo storico e critico d’arte Giorgio Gregorio Grasso presenterà un evento di grande fascino legato al cinquecentesimo anniversario dalla morte di Raffaello Sanzio: “Raffaello e la Fornarina, un amore per sempre”.

La galleria d’arte “Venice Art Gallery” si trova in Sestriere Dorsoduro 2799, fermata del traghetto Ca’ Rezzonico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *